Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Nell’ultimo articolo “Presepi Viventi in Abruzzo: la tradizione” vi ho parlato di alcuni borghi, ed oggi ho scelto di parlarvi, tra questi, di Civitella Alfedena e di cosa fare e vedere in questo borgo.

Civitella Alfedena, in provincia dell’Aquila e a 893 metri di altitudine, è il borgo più piccolo del Parco Nazionale d’Abruzzo e conserva ancora oggi il suo aspetto originario.

Si trova ai piedi dei Monti Meta, su una superficie che degrada verso il Lago di Barrea: per raggiungere il borgo infatti, si percorre, dalla Strada Statale 83, un tratto di Strada Provinciale 59 che passa proprio sul lago.

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena – il borgo

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Il borgo è immerso nel verde delle faggete e per questa sua posizione, d’estate offre un clima piacevolmente fresco.

Cosa fare in questo borgo? Da Civitella Alfedena si può partire per compiere escursioni nella Camosciara, la zona (e montagna) più nota del Parco Nazionale. Il suo nome deriva dal fatto che ospita il maggior numero di camosci, a volte anche visibili.

Il borgo ha subìto danni durante la Seconda Guerra Mondiale, ma il cuore del centro storico che si staglia a partire dalla torre del XIV secolo, presenta comunque ancora l’aspetto originario.

Tra le cose da vedere, ancora visibili sono i resti del castello e la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (XIII secolo) distrutta appunto durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu poi restaurata nel 1954 seguendo stile e materiali originari.

Poco distante dal centro storico, la Chiesa di Santa Lucia ricostruita anch’essa successivamente, dopo i danni causati dal terremoto della Marsica, del 1915.

Da visitare poi i resti del castello e la chiesa di San Nicola di Bari (XVII secolo) che nasce come ampliamento di una Cappella Gentilizia.

Personalmente non ci sono mai stata, ma sul Monte Curino si possono ancora vedere i resti di un Santuario ed un tratto di mura antiche.

Villetta Barrea

Cosa vedere e fare a Civitella Alfedena

Essendo Civitella Alfedena, vicina al lago di Barrea, di origine artificale, e a Villetta Barrea, è possibile sia percorrere il lungo lago, che visitare quest’altro borgo. Entrambi sono infatti collegati tra loro proprio dalla SS83 citata prima e distano 11 chilometri l’uno dall’altro.

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Raggiunta Villetta Barrea, qui il bellissimo panorama spazia dal lago di Barrea ai monti Marsicano, Greco e Petroso. Sia Civitella Alfedena che Villetta, hanno centri storici visitabili a piedi e valgono la pena per la suggestività dell’impianto architettonico che presenta ancora caratteristiche medievali.

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

La zona compresa tra Civitella Alfedena e Barrea, è quella in cui sono maggiormente concentrati testimonianze e reperti archeologici, resti di templi e necropoli.

Il borgo deve il suo nome a Aufidena, antica città sannita che si trovava dove oggi c’è invece Castel di Sangro. Dove oggi c’è Civitella Alfedena si trovava invece un’altra città sannitica di cui però ancora non si conosce il nome.

In ogni caso, nella zona orientale del borgo sorgeva la Necropoli di Campo Consilino, le cui tombe ancora oggi visibili (alcune solo quando il lago non é al massimo della capienza), seppur in minima parte, sono stata scavate a partire dal 1897 e ne sono state scoperte da allora 1500 circa. Si pensa che originariamente dovessero essere molte di più, almeno 12.000.

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena – il Museo

Civitella Alfedena è nota soprattutto (ed io lo ricordo da quando ero piccola) per il Museo del Lupo Appenninico, all’interno del Centro Visita. E’ un luogo adatto a tutti ma soprattutto ai bambini e ricco di attività.

Per cominciare, c’è un percorso dedicato alla storia, etologia, biologia e leggende legate al lupo, che popola anch’esso questa zona del Parco Nazionale.

C’è uno spazio dedicato alla mostra fotografica sul Parco e all’interpretazione ambientale. Un’area con tavoli e panche per riposarsi e rifocillarsi sullo sfondo di un panorama mozzafiato.

Un’Area faunistica del Lupo Appenninico, ovvero un’area naturale recintata da cui è possibile osservare il lupo, dai vari punti di sosta, in stato di semilibertà.

Infine, l’Area Faunistica della Lince: anche in questo caso si tratta di un ambiente naturale, sempre recintato, in cui si trovano alcune linci che si possono vedere lungo il sentiero che costeggia quest’aera, oppure da un osservatorio.

Il Museo è aperto tutti i giorni e per quanto riguarda gli orari ed i biglietti:

da Aprile a Settembre con orario 10.00/13.30 – 15.00/18.30;
negli altri periodi dell’anno 10.00/13.30 – 14.00/17.30

Poi dal 01 Agosto al 09 Settembre 2019

10.00/13.30 – 15.00/19.00

Durante le Festività natalizie, quindi dal 25 Dicembre al 6 Gennaio:

10.00/13.30 – 15.00/18.30

Biglietti:

  • adulti 3,00 Euro
  • Bambini da 8 a 14 anni 2,00 Euro
  • Gruppi da 11 a 50 persone 30,00 Euro

Ciò che quindi potrete vivere nel borgo di Civitella Alfedena è un vero e proprio viaggio nella storia, sia tra i suoi vicoli che nei suoi musei. E se andrete, non dimenticate di farmi sapere com’è stato 🙂

Cosa fare e vedere a Civitella Alfedena

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.