“Il fascino del Medioevo” a Spoltore, in provincia di Pescara

“Il fascino del Medioevo” a Spoltore, in provincia di Pescara

Spoltore
L’inizio della Rievocazione, con il Corteo storico per le vie del centro

La rievocazione storica “Il fascino del Medioevo a Spoltore” si è svolta l’8 e il 9 giugno ed è arrivata quest’anno alla sua terza edizione. E’ una manifestazione che ha lo scopo di promuovere e valorizzare la cultura e la storia locali.

Spoltore, borgo in provincia di Pescara

Spoltore si sviluppò in epoca antica, come testimoniano i resti ritrovati in diversi punti del borgo, legati ad un popolo romano che qui aveva funzione di stazione militare.

Spoltore
Panorama Spoltore

Con quasi 20mila abitanti, si trova a 185m. slm, in provincia di Pescara, su una collina che domina le valli dei fiumi Pescara e Tavo.

Anche se la prima volta che il suo nome, nella forma antica di ‘Castrum Spilturri‘, apparve per la prima volta in un documento del 972, la sua storia ha origini ancora più lontane. Spoltore anticamente era circondato da mura di cinta nei pressi delle quali è stata ritrovata una tomba longobarda (VIII-IX sec.), che attesta le antiche origini del borgo.

E a proposito dei Longobardi, si pensa che il nome del borgo derivi proprio da un termine longobardo, ‘Spelt’, che significa ‘farro’. Probabilmente furono proprio loro ad introdurre nella zona la produzione di questo cereale.

Spoltore
La bellezza dei vicoli

Spoltore

Spoltore

Per la sua vicinanza al mare a cui è stato da sempre ben collegato, fu bersaglio di saccheggi dei saraceni. I Signori di quel periodo decisero di fortificarlo con un castello circondato da mura poderose che lo proteggessero.

E’ nel Quattrocento e Cinquecento che il paese si sviluppò maggiormente. Con il nome di ‘Spelturum’, appare per la prima volta in documenti del XIV sec, e come feudo dei Costanzo, allora Signori del borgo.

In seguito, con il titolo di baronia, il paese conobbe altre signorie fino all’Unità d’Italia; in particolare, quella dei Riccardi che si impose nel Quattrocento.

Il centro ha mantenuto l’antico aspetto medievale ed è bellissimo per le caratteristiche stradine che offrono angoli pittoreschi, per i colori delle case e come queste si presentano.

Spoltore

Anche qui, come a Sulmona, a Pasqua si rivive l’evento della Madonna che scappa, di tradizione molto antica.

L’evento ‘Il fascino del Medioevo a Spoltore’

Spoltore Sbandieratori di Bucchianico
Sbandieratori di Bucchianico, paese in provincia di Chieti

Quest’anno ho visto per la prima volta la rievocazione ed ho trovato il paese ancora più suggestivo in questo clima. È stato come rivivere la stessa atmosfera dell’epoca, che ogni angolo del paese trasmetteva attraverso la sua bellezza.

Al clima suggestivo ha contribuito poi la presenza delle varie attività (come il tiro con l’arco, la falconeria, i combattimenti, le danze medievali) sparse per il paese.

Spoltore

Le vie del borgo erano animate da musici erranti, sbandieratori, banchetti, mostre, giocolieri, cavalieri, arcieri, balestrieri, falconieri, Templari e un mercatino con prodotti dell’artigianato locale e non. In una zona dietro il mercatino era stata allestita una ricostruzione di un tipico accampamento dell’epoca. Questo era composto da tende, suppelletili, rastrelliere con diversi tipi di armi. Così è stata rievocata sia l’antica vita quotidiana, che quella militare tra il XIII e XV secolo.

Spoltore

Spoltore
Mercatino

Spoltore

Spoltore

Spoltore

Spoltore
Preparazione combattimento dei Templari

Oltre ad esser mostrati i diversi tipi di combattimenti (con la spada, lo scudo o solo mani), è stato possibile provare sia il tiro con l’arco che la scherma.

L’evento si è aperto con la sfilata del corteo in abiti dell’epoca, per le vie del centro. Al termine del corteo c’è stata l’esibizione degli sbandieratori di Bucchianico, paese in provincia di Chieti, accompagnati dai loro musici. Quindi si sono alternati la band abruzzese di ispirazione celtica Rota Temporis (semplicemente sublimi!) e i Templari con varie dimostrazioni dei loro combattimenti. Quindi è stato il momento dei falconieri e dopo cena quello degli Artisti del fuoco ‘I mercenari d’Oriente’.

Rota Temporis
Esibizione Rota Temporis, gruppo medievale

Spoltore

Lo scopo di questo evento è quello di voler recuperare finalmente la memoria e il patrimonio culturale del paese.

E’ stato bellissimo da vivere e lo consiglio per i prossimi anni, augurando che possa continuare ad andare avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.